visitare a Boston

Luoghi da visitare a Boston: Top 10

La città di Boston, capitale dello stato del Massachusetts, è stata fondata nel 1630 ed è stata teatro di molte vicende della rivoluzione americana, nonché dei movimenti culturali più importanti degli USA, come quello che ha portato all'abolizione della schiavitù.

Oggi è da molti considerata la capitale culturale e scientifica degli Stati Uniti ed è anche una delle città più ricche, grazie alla sua economia basata su finanza, ricerca sanitaria e tecnologica.

Difficile quindi stilare una top 10 delle attrazioni e dei luoghi di interesse di Boston, ma ci abbiamo provato, cercando di non trascurare nessun aspetto di questa città dalle tante sfaccettature.

Vi ricordiamo che per poter visitare Boston (e le altre città degli Stati Uniti), prima di partire è necessario richiedere l'autorizzazione www.esta (Sistema Elettronico per l'Autorizzazione al Viaggio).

L'università di Harvard

Fondata nel 1636 con il nome di New College, prese la denominazione attuale tre anni dopo, in onore di John Harvard, un pastore puritano morto in giovane età che lasciò parte del suo patrimonio e la sua notevole collezione di libri (circa 400) all'università. Nel centro del campus si trova una statua che lo raffigura seduto sotto una grande bandiera a stelle e strisce.

La visita è completamente gratuita, ma è ovviamente richiesto rispetto nei confronti di insegnanti e studenti. Harvard possiede la più grande biblioteca universitaria del mondo (circa 14 milioni di libri e periodici) ed edifici storici tra cui la Memorial Church e la Widener Library; suggestive le residenze di professori e studenti in mattoni rosso argilla.

Boston Common

Il Boston Common è uno splendido parco di 20 ettari risalente al 1634, luogo ideale per rilassarsi e divertirsi in mezzo al verde e ai colori dei fiori delle numerosissime aiuole. Qua e là si incontrano artisti di strada, musicisti, clown, mentre nella parte inferiore del parco si trova un lago, dove vengono organizzate gite sulle Swanboats, eleganti imbarcazioni a pedali su cui è collocata la sagoma di un cigno.

Dal Boston Common parte il Freedom Trail, il "Cammino della Libertà": un percorso di circa 6 chilometri, segnalato da mattoncini rossi, che tocca 16 luoghi della città che sono stati teatro di avvenimenti fondamentali per la conquista dell'indipendenza.

Museum of Fine Arts

È uno dei più grandi musei degli Stati Uniti, con le sue oltre 450.000 opere d'arte provenienti da ogni parte del mondo. Vi si trovano, tra gli altri, dipinti di Degas, Gauguin, Van Gogh, e anche la Madonna dell'Umiltà del "nostro" Donatello.

Boston Public Library

È la biblioteca municipale di Boston, ricca di libri rari, manoscritti e documenti importantissimi tra cui prime edizioni di opere di Shakespeare, un'ampia collezione di Dafoe, archivi sull'abolizionismo e materiali sul caso Sacco e Vanzetti. Ha una splendida sala di lettura con caratteristiche lampade verdi.

Una curiosità: fu la prima biblioteca degli Stati Uniti a permettere il prestito di libri e documenti.

Old North Church


Costruita nel 1723, è la più antica chiesa di Boston, strettamente legata alla rivoluzione americana. La notte del 18 aprile 1775, infatti, il sagrestano si arrampicò sul campanile per accendere due lanterne: era il segnale prestabilito per avvertire dell'avvicinamento delle truppe britanniche.

Nella cripta in cui sono sepolti più di 1.000 corpi, mentre all'interno della chiesa è custodito un busto di George Washington.

Faneuil Hall Marketplace

È l'antica piazza del mercato di Boston, fondata nel 1742. Consiste in quattro grandi edifici che racchiudono un'ampia zona pedonale con pavimentazione in acciottolato. È uno dei luoghi più allegri, movimentati e "vivi" della città, dove oggi si possono trovare più di 50 negozi e botteghe oltre a bancarelle, ristoranti e numerosi carretti ambulanti. Passeggiando per la grande piazza è possibile assistere ad esibizioni di giocolieri, acrobati, maghi, e ammirare i quadri dei pittori che espongono le loro opere sulla strada, deliziandosi con profumi di cibi di ogni genere.

Massachusetts State House

Sede del Governatore e dell'assemblea legislativa dello stato, domina la collina di Beacon Hill. L'imponente edificio è sovrastato da una grande cupola di rame ricoperta con foglia oro su cui è collocata una decorazione a forma di cono di pino, a ricordo dell'importanza del legname all'epoca della fondazione dello stato.

Il palazzo è visitabile gratuitamente; una volta superata la Doric Hall dell'ingresso con le sue eleganti colonne, le sale più importanti sono la House of Representatives e la Camera del Senato, dove ancora oggi si riuniscono gli organi legislativi dello stato.

Nella House of Representatives è appeso un particolare curioso: il Sacred Cod, un merluzzo in legno, simbolo dell'importanza della pesca nello sviluppo della città di Boston.

Copley Square

Situata nel quartiere di Back Bay, la piazza è dedicata al pittore settecentesco John Singleton Copley, di cui è presente una statua sul lato nord. Sulla piazza si affacciano diversi tesori architettonici tra cui la Old South Church e la Trinity Church. Qui si trova anche la Boston Public Library di cui abbiamo parlato sopra. In netto contrasto con lo stile di questi edifici, nel 1976 è stata costruita la John Hancock Tower, un edificio di ben 60 piani da cui è possibile ammirare splendidi panorami della città.

Georges Island

Poco frequentata dalla gente del posto, è una delle isole del Boston Harbor, facilmente raggiungibile in traghetto. In mezzo al verde dell'isola è situato il Fort Warren, un fortino in pietra e granito utilizzato come prigione nel corso della guerra di secessione e in cui, secondo una leggenda, si aggira il fantasma di una "donna in nero" che era stata condannata a morte.

10· Fenway Park

Gli appassionati di sport non possono perdersi una visita al famosissimo stadio, "casa" dei Boston Red Sox. Vero luogo di culto per gli abitanti della città e per gli amanti del baseball, è famoso per il Green Monster, il muro verde alto 11 metri collocato sulla sinistra, che rende praticamente impossibile ai giocatori spedire la palla in controcampo.